Annata record per Cpr System

CPR SYSTEM

Incrementi a doppia cifra per tutti gli indicatori e un riassetto del gruppo sono stati presentati all’ultima Assemblea Generale


Un’ annata record per Cpr System, la cooperativa di Gallo ( Ferrara) leader italiana degli imballaggi in plastica a sponde abbattibili, con risultati che rilevano incrementi a doppia cifra per tutti gli indicatori presentati all’Assemblea Generale.

I numeri. Il 2015 ha visto anche un nuovo riassetto nel gruppo CPR con la nuova vision della società FCLog Spa (controllata al 70%) ex Cpr Servizi, non più soltanto società specializzata nella gestione dei magazzini, ma anche società per lo sviluppo commerciale.

Valori e scelte premianti oggi che si riassumono nei risultati di un anno eccezionale.

Crescono le movimentazioni complessive arrivando a 123,5 milioni totali. Una crescita che vede l’incremento del +10,5% per le cassette, del + 11,1% per i pallet, del +15,2% per i mini bins.

Cresce il fatturato del Gruppo da 47,9 milioni di euro nel 2014 a 51 milioni di euro nel bilancio 2015, cresce l’utile e il ristorno ai soci che raggiunge 3,5 milioni di euro.

Il modello di gestione. «Questi risultati – dichiara Maura Latini presidente di Cpr System – sono frutto di un grande impegno comune e della determinazione ad operare, sempre, con l’obiettivo dell’efficienza, un impegno che ha preso spunto da un indirizzo strategico forte e chiaro indicatoci dai Soci. L’efficienza è un modello di gestione che produce risultati brillanti, non solo dal punto di vista economico ma anche da quello ambientale; i nostri progetti di miglioramento dei consumi energetici, la cogenerazione, l’autoproduzione di energia elettrica, la stessa rigranulazione, sono tasselli di un sistema produttivo virtuoso  che riesce a trarre vantaggio dal rispetto dell’ambiente. A dimostrazione di come, ben utilizzando l’innovazione, sia possibile coniugare al meglio rispetto per l’ambiente e risultati economici brillanti».

La crescita di Cpr System infatti, documentata dai risultati del bilancio 2015, è dettata da precise scelte di gestione e da numerose innovazioni messe in campo dalla Cooperativa di Gallo.

La strategia. «Abbiamo attivato sinergie più forti con i nostri soci distributori – spiega  Monica Artosi, direttore generale di Cpr System – e messo a punto nuove strategie di sviluppo attraverso FCLog, abbiamo aperto un canale di scambio con la Spagna ed avviato il circuito carni, abbiamo dato input di crescita al circuito dei pallet, migliorandone il potenziale ed infine abbiamo beneficiato di un anno con condizioni climatiche favorevoli che hanno fatto crescere i consumi di ortofrutta; tutti questi fattori insieme hanno determinato i risultati 2015 e messo in evidenza le grandi potenzialità di ulteriore crescita del nostro circuito».

E di predisposizione a crescere parla anche Francesco Avanzini, direttore commerciale Consorzio Nazionale Conad: «Il percorso intrapreso fino ad oggi – dichiara – mette in evidenza le grandi potenzialità di crescita che ancora abbiamo davanti e che vanno perseguite con impegno crescente per ottenere risultati che avranno ricadute positive su tutto il comparto, dalla produzione, alla distribuzione, fino ad arrivare al consumatore».

Le prospettive. Il vicepresidente di Cpr System Gianni Amidei, ripercorrendo la storia della cooperativa di Gallo dichiara:

«Cpr System è un esempio virtuoso unico in Europa che dimostra, con la sua storia, quanto sia importante e decisiva la coesione tra i diversi attori della filiera per realizzare innovazione nel settore ortofrutta. La produzione e la distribuzione con CPR hanno saputo dialogare e costruire un modello di gestione degli imballi in plastica che oggi può essere considerato il più efficiente e vantaggioso sul mercato».


Pubblica un commento